Strumenti per acquaforte dell'Armadillo Atelier

ACQUAFORTE

Il nome deriva dalla miscela formata da acqua e acido che anticamente veniva chiamata “acquaforte”.

 

Sulla matrice opportunamente preparata si stende uno strato sottile di vernice antiacido (bitume o vernice satinata), successivamente, con un qualsiasi strumento a punta, si realizza il disegno asportando il materiale protettivo.

 

Dopo aver protetto i margini e il retro della lastra con nastro adesivo, si immerge la lastra nel bagno di acquaforte, tale azione è detta “morsura”, l’acido corrode solo le parti di metallo della matrice che sono rimaste senza protezione. Più lunga sarà la morsura, più profondi saranno i segni incisi e quindi più scuri nella stampa.